La guerra degli Antò

la copertina

laguerradeglianta1

La storia

Montesilvano, provincia di Pescara, ottobre 1990. Quattro giovani punk cercano di lottare contro il tran tran della vita di provincia. Antò detto Lu Purk vuole fuggire e decide di andare a studiare a Bologna, ma le lezioni non lo appassionano, cosí parte per Amsterdam. Lo raggiungerà Antò Lu Zorru che ricevuta la cartolina militare che lo destina in Irak, dove è in corso la guerra del Golfo, decide di disertare. Ad Amsterdam riescono a combinarne di tutti i colori fino a che la polizia li rispedisce in Italia. Qui scoprono che la cartolina era uno scherzo, la vendetta delle figlie di Treves, un palazzinaro locale. Ancora una volta i quattro Antò si ritrovano sul lungomare, a far progetti di fuga per il futuro.
Un romanzo che si distingue per l’ottimo ritmo narrativo e soprattutto per il sapiente impasto linguistico: non la mimesi dal parlato, ma un vero e proprio linguaggio reinventato: slang giovanile frullato e tradotto in anglopescarese.